Avvistato il primo branco di lupi in Val di Non, Fugatti interroga la Provincia

Nel mese di novembre le foto trappole del Servizio Foreste e Fauna della Provincia Autonoma di Trento avrebbero immortalato in Alta Val di Non la presenza di un giovane esemplare di lupo tra due esemplari adulti. Sembrerebbe molto probabilmente quindi che si sia costituito in Valle, secondo quanto divulgato in una nota del Servizio, il quinto branco di lupi sul territorio provinciale ed il primo nella zona della destra Adige.

L’avvistamento di lupi su l’intero territorio provinciale in questi anni è sempre più frequente, anche sul Monte Gioel (Comune di Livo): dei cacciatori avrebbero individuato in questi giorni delle impronte che sembrerebbero corrispondere a quelle del lupo.

In merito è intervenuto in Consiglio provinciale il Segretario nazionale della Lega Nord Trentino Maurizio Fugatti: “Considerata la mancanza, finora, di una presa di posizione forte da parte della Provincia sul tema lupo, è comprensibile la preoccupazione crescente delle comunità del nostro territorio e del comparto della zootecnia, che non ravvisano la volontà di trovare una soluzione concreta relativamente al problema”.

Il Consigliere Fugatti ha quindi depositato un’interrogazione provinciale per sapere: se, oltre a i tre esemplari individuati in alta Val di Non, siano state segnalate altre presenze nella Valle; in caso di risposta affermativa, dove e quanti esemplari siano stati avvistati; quanti attacchi a bestiame riconducibili al lupo siano avvenuti sul territorio della Val di Non e Val di Sole negli ultimi sei mesi; se, come nel caso di Canazei, vi siano segnalazioni secondo cui il lupo si sarebbe avvicinato alle abitazioni sul territorio della Val di Non e Val di Sole; infine quali siano le misure che la Provincia intende adottare per garantire la sicurezza delle comunità e la tutela delle attività del comparto della zootecnia.