ALESSANDRO URZI’ E MANFRED DE ECCHER AFFRONTANO LA QUESTIONE NOMADI

Una battaglia sociale avvicina Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Trentino e Alto Adige nel Cuore: la questione dei soldi stanziati per i nomadi.

“100 mila euro stanziati come misure di trasferimento dei nomadi durante i lavori, ma che cosa vuole dire una voce di questo tipo?”

Il Consigliere provinciale di Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì ha presentato ieri un’approfondita interrogazione al Presidente della Giunta provinciale per avere conto di questa spesa iscritta a bilancio dal Comune di Merano.

“Sia chiaro – dichiara il consigliere Urzì – il vecchio campo nomadi era fuorilegge perché non ottemperava a nessuna norma igienico sanitaria ed eraabusivo anche sotto il profilo della sicurezza visto che si trovava su di unargine non protetto del fiume Adige. Ma non mi trovo d’accordo sull’opportunità di stanziare 1,34 milioni di euro per realizzarne uno nuovo in un difficile momento come quello che stiamo vivendo, in cui tanticoncittadini onesti dopo anni di sacrifici fanno fatica ad arrivare alla fine del mese. E ciò a fronte di modesti segnali di volontà di integrazionedi questa comunità nel tessuto cittadino.

Se al milione e 340 mila euro per un nuovo campo si aggiungono poi i 100 mila euro extra di cui si è detto in principio, vale la pena ora vederci un po’ più chiaro.”

A Trento, invece, a seguito della posizione assunta dal Consigliere Comunale di FdI-AN,  Manfred de Eccher, in merito al rinnovo del sostegno ai campi Rom e Sinti, il Coordinamento Provinciale di Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale Trentino ha organizzato un momento di incontro con la cittadinanza e distribuzione del materiale informativo per oggi, giovedì 5 aprile,  dalle ore 9 e 30 presso Piazza Lodron a Trento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*