Casse rurali, Fugatti (Lega Nord): “Rossi e Panizza si svegliano tardi!”

“La politica trentina interviene sulla riforma del credito cooperativo con un ritardo pesantissimo, dopo aver dormito per quasi due anni senza supportare nessuna iniziativa che potesse essere positiva per le banche locali. Solo oggi si sente, per la prima volta, prendere una posizione ufficiale da parte della Giunta provinciale, dopo che per mesi i vari Dirigenti della cooperazione bancaria trentina hanno portato avanti varie ipotesi di riforma, in qualche caso facendo anche passare il messaggio, di certo non positivo, di ipotetici ruoli dirigenziali ricoperti dagli stessi”. Così in una nota il Segretario nazionale della Lega Nord Trentino Maurizio Fugatti.

“L’ipotesi della creazione di un gruppo trentino, in qualche caso, ha anche fatto sorgere il dubbio che fosse un escamotage per alzare il prezzo nella trattativa dei ruoli dirigenziali”, continua Fugatti. “Intanto la politica trentina era distratta e non ha saputo difendere, come quella altoatesina, il patrimonio delle Casse Rurali”.

“Da questa incapacità di azione è quindi nata l’impossibilità di creare un gruppo autonomo trentino, cosa che invece è avvenuta in Alto Adige”, racconta il Segretario leghista. “Ora, di fronte al pressing che arriva dalla Banca d’Italia, c’è quest’idea di un gruppo alternativo con 130 banche di credito cooperativo, che parrebbe essere comunque più autonomo del gruppo unico nazionale, sponsorizzato dal Governo e dalla Banca d’Italia”.

Il Segretario Fugatti aggiunge: “Oggi il sistema delle Casse Rurali trentine è quindi nel guado, senza un futuro chiaro e con il rischio di essere in futuro controllato da altri soggetti, che probabilmente trentini non saranno”.

“Il Governo Nazionale, con il voto dei Parlamentari trentini di centrosinistra, ha causato questo stato di difficoltà: la politica trentina del centrosinistra in questi anni non è riuscita a creare un’ipotesi seria di riforma che garantisse l’autonomia del mondo cooperativo bancario trentino”, conclude Fugatti.