CLAUDIO CIA E LA NOMINA DEL CAPOGABINETTO DI ANDREATTA

Al 30 aprile 2015 la forza lavoro del comune di Trento è composta da 1.505 dipendenti di cui 49 capoufficio e 30 dirigenti. Il costo complessivo annuo è intorno ai 60 milioni di euro.

Ruolo di prestigio e di grande responsabilità è quello del Dirigente del Servizio Gabinetto e Pubbliche Relazioni (Capogabinetto del Sindaco) in passato ricoperto da Lorenzo Andreatta, mentre dal 25 maggio è rappresentato da Fedrizzi Silvio.

Claudio Cia, incuriosito dal curriculum di quest’ultimo, ha scoperto  che dal 2010 al 2015  Fedrizzi è stato consigliere comunale con una lista civica di centro sinistra per il comune di Mezzano, “inoltre è stato l’estensore per la parte ambientale del programma elettorale recentemente presentato da Andreatta; ha  una abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere ambientale e dal 2005 è funzionario in Comune, dove si è occupato di gestione dei rifiuti assumendo dal 2008 la responsabilità del Progetto per la gestione integrata. Non c’è dubbio che d’immondizie se ne intenda.”

“Fa specie e fa sorridere – continua Cia – però scoprire che questo professionista esperto di robaccia,  sia stato chiamato a ricoprire il ruolo di Capogabinetto del Sindaco di Trento. Se è vero che la politica ha le sue ragioni che la ragione non conosce, è anche vero che questa scelta, neanche a farlo apposta, ironicamente si presta a rafforzare l’immaginario collettivo sulla politica. Ma ciò che preme evidenziare è il fatto che a fronte di 3 dirigenti, remunerati come tali, con curriculum di tutto rispetto ma in posizione di staff senza attività direttiva, l’amministrazione ha preferito creare un nuovo dirigente pescandolo tra i suoi funzionari e adeguarne la retribuzione al ruolo, che per il precedente Capogabinetto era all’incirca di 79 mila euro lordi.   Nella logica della spending review e della valorizzazione delle competenze, la scelta fatta appare alquanto  singolare a meno che non si consideri palazzo Geremia un luogo da bonificare: solo così si giustificherebbe la presenza dell’esperto in gestione di rifiuti.”

Claudio Cia per questo motivo ha interrogato il Sindaco per sapere: “se può comunicare la professionalità e le competenze dei tre dirigenti in posizione di staff senza attività direttiva e a quanto ammonta la loro retribuzione annuale; se ritenga che le professionalità e le competenze  espresse dai tre dirigenti in posizione di staff non fossero sufficientemente adeguate per ricoprire il ruolo di Capogabinetto tanto da indurla ad optare per un esperto in gestione di rifiuti che bene ha lavorato in tale ambito; – infine chiede – se può motivare tale scelta.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*