CRISI MARIANI, FUGATTI (LN): “IL SILENZIO ASSORDANTE DELLA TRIPLICE SINDACALE!”

C’era una volta la lotta dura senza paura, c’erano i picchetti fuori dalle fabbriche, c’erano i diritti del proletariato da difendere, c’era il potere operaio da rappresentare. Erano i vecchi sindacati, quelli sempre dalla parte dei lavoratori“. E’ quanto rilascia in una nota il Segretario Nazionale della Lega Nord Trentino e Consigliere provinciale Maurizio Fugatti.

In Trentino però pare che negli ultimi tempi non sia proprio così, almeno a giudicare da qualche caso industriale in giro per la nostra Provincia, uno dei quali è per esempio la Mariani della val di Ledro“, afferma Fugatti, spiegando che “da una ventina di giorni i giornali parlano quasi quotidianamente di questa industria che vuole espandersi e che per questioni burocratiche non trova in val di Ledro lo spazio per farlo. Il rischio è che se ne vada! Ma nessuno parla. La Cgil? Non pervenuta. La Cisl? Dispersa. La Uil? Chi l’ha vista! Silenzio tombale!“.

A qualche operaio ledrense è pure sorto il sospetto che alla fine la Triplice sia favorevole allo spostamento della azienda, magari per mettere qualche pezza in qualche altra zona industriale dove facendo accordi con i Padroni e con il Governo provinciale Cgil, Cisl e Uil hanno fatto solo danni“, dice il Segretario Nazionale leghista trentino, specificando: “Ma sono ovviamente solo sospetti, forse anche un po’ maligni. Di certo c’è che ci sono 160 operai che rischiano il posto, e nessuno parla“.

All’inizio pensavamo che fossero le vacanze estive, e che quindi la Triplice aspettasse il ritorno dalle ferie per battere un colpo. Ma ancora oggi tutto tace! Un silenzio sindacale, sicuramente assordante per chi dovrebbe ancora credere nella rappresentanza degli interessi operai. A prescindere dalla valle in cui abitano gli operai!“, conclude Maurizio Fugatti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*