Follia notturna in Piazza S. Maria Maggiore: il M5S interviene sulla vicenda

Noi stiamo parlando di Daspo Urbano, di controllo, di azione, di sicurezza e nella notte succede il delirio in Piazza S. Maria Maggiore.

Così in una nota i Consiglieri comunali M5S Andrea Maschio, Santini Marco e Paolo Negroni che proseguono: “Lanci di bottiglie, di bidoni delle immondizie, liti, urla, lancio di sedie, sangue, vomito, vetrine rotte”.

Sembra che i cittadini avessero gia cominciato a chiedere aiuto alle forze dell’ordine dalle 00.30 senza avere riscontro. Pretendiamo un chiarimento nel merito di quanto accaduto e della mancata presenza delle forze dell’ordine in una piazza che ormai è notoriamente frequentata da delinquenti.

Sono le 2.00 del mattino e in piazza Santa Maria Maggiore si vedono solo vetri di bottiglie rotte ovunque: probabilmente solo per il gusto di spaccare qualcosa, solo per vandalismo.

I responsabili pare siano stati un gruppo di spacciatori stranieri, che hanno anche litigato indisturbati per ore nella piazza gridando e minacciando tutti, così come più volte avvenuto precedentemente in Piazza Dante. Della polizia per molto tempo “nemmeno l’ombra”, così come riportato dalla stampa locale, che su caso sta già facendo discutere.

L’ennesimo caso di insicurezza a Trento, già fortemente criticato dai gruppi di opposizione infuriati con l’amministrazione comunale che nulla di concreto – o quasi – pare stia facendo per risolvere la delicata situazione.