IL PATT INSIEME A COLDIRETTI PER LA DIFESA DELL’AGRICOLTURA

Gli agricoltori della Coldiretti hanno stamane presidiato il valico del Brennero per denunciare gli effetti dei ritardi e delle omissioni dell’Unione Europea che favoriscono le speculazioni e che stanno provocando l’abbandono delle campagne con effetti irreversibili sull’occupazione, sull’economia e sull’ambiente.

Il Partito Autonomista Trentino Tirolese è intervenuto nella vicenda schierandosi a fianco degli agricoltori e a favore della tutela dell’intero comparto e per questo sostiene il presidio con la presenza dei suoi rappresentanti a fianco dei manifestanti; il consigliere Provinciale Graziano Lozzer (agricoltore e socio Coldiretti) insieme   all’assessore all’agricoltura Michele Dallapiccola e al senatore Franco Panizza nonché ai colleghi consiglieri provinciali Lorenzo Baratter (capogruppo del PATT) e Lorenzo Ossanna hanno voluto sostenere in prima persona le richieste avanzate da Coldiretti per garantire la sostenibilità, la qualità e il valore dell’agricoltura nella nostra Provincia e in tutta Italia.

Secondo Coldiretti si deve mettere fine ad un’Europa che spalanca le porte ai traffici di ogni tipo di generi alimentari di bassissima qualità, il tutto a danno degli agricoltori e dei consumatori. Autobotti, camion frigo, container saranno verificati senza tregua dagli agricoltori per smascherare il “finto Made in Italy”, dai prosciutti ai pomodori, ma anche il commercio di surrogati e sottoprodotti che abbassano la qualità, come le polveri di latte e le cagliate da utilizzare per fare formaggi Made in Italy al posto del latte vero senza indicazioni in etichetta.

Lozzer in merito ha affermato: “In assenza di regole sulla provenienza e sulle caratteristiche dei prodotti, la concorrenza sleale è insostenibile con prezzi riconosciuti agli agricoltori che sono scesi al di sotto dei costi di produzione con la drammatica chiusura delle aziende e senza alcun beneficio per i consumatori, come dimostra il dossier elaborato dalla Coldiretti.

Quanto espresso da Coldiretti non può che essere condiviso e sostenuto con forza dal PATT che si trova perfettamente in sintonia con i principi di salvaguardia della genuinità dei prodotti alimentari, della sostenibilità del lavoro agricolo e del sostegno delle aziende che contribuiscono in modo significativo ad esportare l’immagine dell’eccellenza Trentina in tutto il mondo.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*