Moschea a Trento, Fugatti attacca: “Anche il Patt è a favore!”

Trento: “Andreatta pensi invece ai problemi della città, come la sicurezza e lo spaccio”

“Il Sindaco di Trento invece di pensare alle tante problematiche che riguardano la città, si occupa dei problemi degli islamici garantendo loro la disponibilità per la costruzione della moschea. Non basta il centro culturale di via Soprasasso, “serve anche una moschea vera e propria” dice Andreatta. Poche parole invece sul vero problema principale della città di Trento che sono la sicurezza e lo spaccio di droga a cielo aperto nei parchi e giardini pubblici. Situazione ormai sfuggita di mano alla amministrazione comunale per cui il centro di Trento è in mano a bande di delinquenti che si dividono il territorio. Per il Sindaco il problema invece è la moschea”. Così in una nota critica il Segretario nazionale della Lega Nord Trentino Maurizio Fugatti.

“A questo proposito – continua Fugatti – crediamo serva ricordare che in questo momento storico particolare, quando sempre più forte è la propaganda radicale islamica fatta anche nei centri religiosi, pensare ad una moschea è un rischio che la comunità di Trento non può permettersi”.

Il Segretario leghista trentino aggiunge: “Sentire programmi favorevoli ad una moschea da parte di un Sindaco sostenuto anche dal Partito Autonomista Trentino Tirolese crediamo sia imbarazzante per il popolo autonomista trentino, solitamente sensibile a queste tematiche. Se non giungerà a breve una smentita, non giunta nemmeno dopo la apertura alla moschea da parte dell’assessore Franzoia, vorrà dire che anche il Patt locale è favorevole a tale decisione”.

“In ogni modo sappia il Sindaco Andreatta che la Lega Nord userà ogni mezzo per bloccare questa iniziativa, arrivando in ultima istanza anche a chiedere il referendum alla città di Trento”, conclude Fugatti.