Nuovi profughi sistemati sul Bondone, Lega Nord: “Ecco lo sviluppo turistico…”

Già nel mese di giugno la Lega Nord Trentino aveva segnalato un via vai di operai presso le ex-caserme imperiali alle Viote del Bondone che lasciava intuire ad un possibile arrivo di profughi presso la struttura. Oggi, in seguito ad un sopralluogo effettuato nuovamente sul posto, si nota come la struttura – ristrutturata con i soldi pubblici trentini per adibirla a centro ricerche e luogo naturalistico – sia dotata di brandine e nuove cucine e destinata a circa trenta profughi arrivati pare dal centro della protezione civile di Marco circa due giorni fa.

Stante le informazioni raccolte, alcuni profughi, alla vista del luogo, non volevano scendere dai mezzi di trasporto che li avevano accompagnati! Oggi molti di questi passeggerebbero tranquillamente sul Bondone come villeggianti! E pensare che il Sindaco di Garniga è del PATT, quel PATT che a Roma vota a favore dell’abolizione del reato di clandestinità e a favore di Mare Nostrum e poi a Trento si eleva a difensore della sicurezza e nelle Valli a difensore dei cittadini trentini… La contraddizione fatta a persona!“. E’ quanto denunciano il Segretario Nazionale della Lega Nord Trentino Maurizio Fugatti e la Consigliera comunale leghista a Trento Bruna Giuliani. “Per non parlare del fatto che è davvero inopportuno ospitare un numero così elevato di profughi in un paese che conta circa 300 abitanti!“.

Se l’Amministrazione voleva rilanciare il turismo della zona certo, non lo farà con l’orso e con i profughi: entrambi dei deterrenti per locali e turisti“, aggiungono i due esponenti della Lega Nord Trentino.

Fugatti e Giuliani concludono: “Ma come è possibile spendere migliaia e migliaia di euro per destinare una struttura alla ricerca e poi adibirla a centro di accoglienza per profughi? Vogliamo che il Bondone perda completamente la sua importanza, tenuto conto anche della chiusura delle terme di Garniga? E’ questa la politica del PATT che, a detta sua, dovrebbe difendere le Valli ed invece, da bravo alleato del PD, sta svendendo tradizioni, cultura e sicurezza?“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*