Rifugiati arrestati a Trento, Fraccaro (M5S): “Serve identificazione in 30 giorni per chi arriva”

Fraccaro: “Se fossi il sindaco di Trento non accoglierei richiedenti asilo senza garanzia di identificazione in 30 giorni”.

“È di pochi minuti fa la notizia dell’arresto a Trento di alcuni profughi per traffico di sostanze stupefacenti e riciclaggio. Un’operazione condotta egregiamente dalle forze dell’ordine locali, alle quali va il nostro plauso e il nostro ringraziamento. Questo episodio, tuttavia, deve fare riflettere sulle gravissime carenze del sistema nazionale e provinciale di accoglienza. Le persone arrestate erano ospiti delle strutture provinciali gestite da Cinformi. Ciò significa che i controlli e la prevenzione che la Provincia effettua nelle strutture ospitanti non sono sufficienti. Un sistema efficiente deve prevedere prima di tutto tempi rapidi di identificazione e controlli a tappeto. Solo in questo modo episodi come quello avvenuto in Trentino possono essere evitati. La situazione è stata risolta solo dalle forze di polizia, che nonostante i mezzi sempre più scarsi hanno condotto questa operazione a tutela della sicurezza collettiva. Ma non possiamo aspettare che siano le forze dell’ordine, poche e mal pagate, a sobbarcarsi le conseguenze di azioni criminose che potevano essere intercettate in anticipo.Per i soggetti che si sono resi responsabili di azioni criminali chiediamo l’immediato rimpatrio, mentre per quanti giornalmente arrivano è necessaria l’immediata identificazione, per stroncare sul nascere episodi di delinquenza e malaffare. Entro 30 giorni le procedure di identificazione devono essere completate. È poi necessario evitare l’accentramento in grossi centri di raccolta. Il modello da perseguire è invece quello dell’accoglienza diffusa, coinvolgendo i Comuni. Ma solo se sono garantite le condizioni minime di sicurezza. Personalmente se fossi sindaco di Trento non accetterei di ospitare richiedenti asilo senza la garanzia che l’identificazione avvenga entro un mese e solo nel rispetto delle quote proporzionali stabilite per legge (un profugo ogni mille abitanti)”. Così in una nota il deputato M5S Riccardo Fraccaro.

“Per uscire da questa situazione è sufficiente che il Governo accolga le proposte del M5S, che ha chiesto da tempo un piano di assunzioni per rendere rapide ed efficienti le commissioni che hanno il compito di identificare i migranti e valutare le loro richieste di asilo”, conclude Fraccaro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*