E’ morto il chirurgo Henry Heimlich

E’ morto all’età di 96 anni Henry Heimlich, padre della famosa manovra che ha salvato la vita a quasi un milione di persone nel mondo. Lo ha reso noto il figlio Phil. Heimlich aveva inventato il trattamento per evitare il soffocamento da ostruzione delle vie aeree all’inizio degli anni Settanta. E appena una settimana dopo la pubblicazione delle sue ricerche, nel giugno 1974, il gestore di un ristorante nello stato di Washington aveva salvato la prima vita, usando la manovra con una giovane cliente che stava morendo soffocata per un boccone di traverso. Hemimlinch, di origine ebrea, si era laureato alla prestigiosa Cornell University nel 1943, specializzandosi in chirurgia toracica. Quando elaborò la pratica delle spinte addominali come intervento d’emergenza nel soccorso di persone a rischio di soffocamento, era il primario di chirurgia presso il Jewish Hospital di Cincinnati, in Ohio.

La ‘manovra di Hemlich’ consiste nell’usare le mani per esercitare una pressione sotto il diaframma, provocando anche la compressione dei polmoni che a sua volta esercita una pressione su qualsiasi oggetto si trovi nella trachea, con lo scopo di provocarne l’espulsione. La Croce Rossa statunitense adottò la manovra come tecnica di primo soccorso sin dal 1976, ma dieci anni fa ne ha ridimensionato l’utilizzo, consigliando di usarla solo in persone coscienti alternando cinque colpi alla schiena ad altrettante spinte addominali. La manovra è invece totalmente sconsigliata sulle vittime di annegamento.