Sanità: Garantire le risorse necessarie al Servizio Sanitario Nazionale

Aumenta la preoccupazione circa il futuro del Servizio Sanitario Nazionale, anche alla luce delle novità che vengono dalla legge di bilancio.

Così, in una nota ufficiale, si esprime Il Fondo sanitario nazionale, che per il prossimo anno doveva avere una dotazione di 113 miliardi, due in più rispetto agli attuali 111, mentre ora invece è destinato a scendere a 112.

Il Governo, in pratica, continua a fare i conti sulla pelle dei cittadini, – si continua a leggere nella nota – quest’ultimi sempre più costretti a rinunciare a cure, terapie e prevenzione.

Federconsumatori chiede al Governo di dare una ufficiale e definitiva conferma a quanto deciso per  la spesa sanitaria, previsto lo scorso febbraio dalla intesa Stato – Regioni. È fondamentale puntare sull’efficienza, sul contrasto a sprechi ed abusi, sull’utilizzo dei farmaci equivalenti (che secondo Assogenerici hanno consentito un risparmio di 4 miliardi in 16 anni), senza però intaccare il fondo per la sanità, che da troppi anni conosce continui tagli e ritocchi al ribasso.

È fondamentale avere la certezza delle risorse a disposizione, in primo luogo per provvedere all’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza garantiti dal Servizio Sanitario Nazionale, in secondo luogo per disporre delle risorse necessarie per finanziare il  “Fondo per i farmaci innovativi”, che devono essere garantiti a tutti i pazienti, superando una volta per tutte le inaccettabili discriminazioni esistenti.