Sabbionara e Avio insieme per i terremotati del Sud Italia

In seguito agli eventi sismici verificatisi nel centro Italia, l’A.S.P. Civica Assistenza “V. Porcelli” di Tolentino (MC) ha dovuto subire molti disagi per fornire servizi alla comunità al di là delle sue ordinarie mansioni.

Per questo motivo, unitamente al sostegno già offerto dai consiglieri comunali di Avio e dalla A.P.S.P. “Ubaldo Campagnola”, intendiamo sollecitare la comunità a sostenere una raccolta fondi a favore di questa struttura, indispensabile per accogliere le persone che hanno bisogno di assistenza continuativa.

Questa iniziativa si articolerà in due eventi: il primo sarà uno spettacolo teatrale comico “Clinica Malconzi” in data 29 aprile 2017, interpretato dal gruppo “Gli improbabili de Zinevra” e una Cena di beneficenza in data 6 maggio 2017, presso il Circolo ACLI di Sabbionara.

Gli eventi sismici del Centro Italia del 2016 hanno avuto inizio ad agosto con epicentri situati tra l’alta valle del Tronto, i Monti Sibillini, i Monti dell’Alto Aterno e i Monti della Laga. La prima forte scossa si è riscontrata il 24 agosto 2016 e ha avuto una magnitudo di 6,0 con epicentro situato tra i comuni di Accumoli (RI) e Arquata del Tronto (AP). Due potenti repliche sono avvenute il 26 ottobre 2016 con epicentri al confine umbro-marchigiano, tra i comuni della Provincia di Macerata di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera. Il 30 ottobre 2016 è stata registrata la scossa più forte, di magnitudo 6,5 con epicentro tra i comuni di Norcia e Preci, in Provincia di Perugia. Il tragico conteggio delle vittime è salito fino a 299, i feriti sono stati 388. Oltre alle vittime i danni riportati al patrimonio edilizio pubblico e privato sono stati enormi, danni che non hanno permesso alle comunità dei paesi colpiti di riprendere una vita normale. Tutta la nazione ha risposto immediatamente, in vari modi, con azioni di solidarietà per sopperire a questa situazione d’emergenza; purtroppo ancor oggi, dopo svariati mesi, la popolazione deve ancora pagare lo scotto di questa calamità naturale. La città di Tolentino è stata una delle città colpite da questo sciame sismico, con un bilancio molto pesante soprattutto riguardo le abitazioni, circa metà di queste risulta inagibile o parzialmente compromessa. Neanche le strutture pubbliche sono state risparmiate: l’ospedale ha dovuto subire una chiusura temporanea, mentre fortunatamente la struttura portante della casa di soggiorno anziani è stata risparmiata e infatti tale ente ha ospitato il reparto di geriatria dell’ospedale. In questo periodo, quindi, la A.S.P. “V. Porcelli” è diventata ancor più di prima un punto di riferimento per la popolazione locale ed è per questo che intendiamo sostenerla con un aiuto concreto. L’obiettivo è quello di contribuire all’acquisto di un generatore per evitare che i black-out, dovuti ad eventuali scosse sismiche, incidano sulle funzionalità della struttura. La A.P.S.P. “Ubaldo Campagnola”, sensibile a tale iniziativa, si è già resa disponibile per mettere a disposizione un alloggio protetto per 2/3 persone.