Il governo crea riserve di criminali

Il Daspo non funziona per i tifosi del calcio? Dunque esportiamolo in altri settori, così ci garantiamo il fallimento generale. Le nuove idee del governo in merito a quelli che vengono definiti come episodi di microcriminalità da chi non li subisce perché gira con la scorta, prevedono la buffonata delle espulsioni a tempo dai quartieri ricchi delle città. Dunque se imbratti i muri dei palazzi del potere non potrai più accedere al centro storico o nelle zone di pregio della città. Se urini o defechi per strada scatterà il confinamento in aree meno auliche. In pratica tutta la schifezza umana sarà deportata nelle periferie e nelle aree semicentrali, garantendo decoro e pulizia ai quartieri che, guarda la coincidenza, hanno votato per il Pd, da Roma a Torino. I quartieri dei bobo, dei radical chic, della gauche caviar. Gli altri si arrangino ed apprezzino il fascino della vita tra sporcizia e prostituzione, tra muri imbrattati e ubriachi. Il passo successivo sarà la blindatura dei quartieri per gli oligarchi. A spese pubbliche, ovviamente. Polizia e carabinieri schierati a difesa del fortino dei privilegiati. Sarà comunque divertente assistere alla gestione di questi provvedimenti da parte di una magistratura che, da decenni, si contraddistingue per la mancanza di tutela degli italiani onesti. L’accattonaggio fastidioso dovrebbe comportare il Daspo e l’espulsione dai quartieri privilegiati. Ma chi farà rispettare il provvedimento? Chi interverrà contro chi lo ignorerà? Gli stessi magistrati che ignorano, per i Rom, l’obbligo di far frequentare le scuole ai bambini? Che ignorano il divieto di accattonaggio con gli stessi bambini che non vanno a scuola? E chi punirà gli imbrattatori di muri considerati dalla gauche caviar come degli artisti che esprimono la loro creatività (purché lo facciano sui muri di altri palazzi)? E la violenza, lo spaccio, le rapine saranno atteggiamenti puniti al centro e tollerati in periferia? Rimettiamo anche i dazi, non per controllare le merci ma la dichiarazione dei redditi di chi pretende di entrare nelle aree riservate agli oligarchi. E concentriamo nei quartieri radical chic la pulizia delle strade e la raccolta dei rifiuti. Le periferie devono essere solo il luogo dove l’immondizia umana si riposa per poi defluire a far danni nelle aree semicentrali, quelle in grado di offrire ai criminali la possibilità di razziare utilmente negli alloggi degli anziani, senza rischio di Daspo o di altri fastidi.

Augusto Grandi