Profughi, Zeni: “Legalità e regole da rispettare costanti”

Solidarietà e rispetto delle regole sono fra i principi alla base del progetto di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale in Trentino. In questo solco si colloca il costante dialogo con la comunità trentina da un lato e con le Forze dell’Ordine dall’altro per garantire un clima di serena convivenza tra chi chiede aiuto e chi, doverosamente e generosamente, offre protezione.

La Provincia autonoma di Trento, attraverso l’assessore Luca Zeni, ringrazia quindi i Carabinieri della Compagnia di Rovereto per la recente operazione che ha consentito di stroncare sul nascere il commercio di sostanza stupefacente ad opera di un cittadino nigeriano richiedente protezione internazionale alloggiato in un appartamento in città assieme ad altri migranti.

“Un segnale importante – afferma l’assessore Zeni – che testimonia quanto sia alta l’attenzione sulle persone accolte. Questo non solo a garanzia della comunità locale ma anche della quasi totalità dei migranti che in Trentino hanno finalmente trovato una serenità che non intendono sacrificare attraverso pericolose scorciatoie.”