Continuano gli infortuni in casa Delta Informatica Trentino

Un’altra brutta notizia in casa Delta Informatica Trentino. Dopo il serio infortunio alla caviglia occorso a Francesca Michieletto nella gara d’andata delle semifinali di Coppa Italia contro la Lardini Filottrano, anche il match di ritorno con le marchigiane ha lasciato in eredità al sestetto gialloblù una brutta sorpresa. Cristina Coppi nelle fasi iniziali della terza frazione ha infatti appoggiato male a terra il piede dopo aver attaccato un pallone in posto-4: la laterale toscana è crollata a terra avvertendo immediatamente un forte dolore alla caviglia ed è stata sostituita da Kijakova.

Nella mattinata di oggi, rientrata a Trento in pullman nella notte assieme alle sue compagne, Cristina è stata sottoposta ai primi esami strumentali per valutare l’entità dell’infortunio e il referto, purtroppo, non è stato particolarmente incoraggiante: distorsione tibio-tarsica della caviglia con una lieve lesione dei legamenti. La Coppi sarà costretta a portare una doccia gessata per una decina di giorni e nelle prossime ore sarà visitata dal medico sociale della Delta Informatica Ettore Demattè, con l’obiettivo di stabilire con maggior precisione l’entità del danno ai legamenti e i tempi di recupero agonistico, che dovrebbero tuttavia aggirarsi attorno alle tre settimane. Ivan Iosi, al momento, si ritrova quindi con due sole attaccanti di posto-4 disponibili, la slovacca Kijakova e la giovane Ludovica Montesi, da qualche settimana aggregatasi al gruppo dopo la partenza di Nomikou.