ZEBRE SUPERATE DAI GALLESI BLUES NELL’ESORDIO NELLA GUINNESS PRO12

Una maul delle Zebre Rugby in azione contro i Cardiff Blues allo Stadio XXV Aprile di Parma (foto Santandrea)

Al termine della gara d’esordio stagionale di questo pomeriggio allo Stadio XXV Aprile tra Zebre Rugby e Cardiff Blues conclusa con la vittoria gallese per 41-26 ecco le impressioni dei protagonisti raccolte nella nuova sala stampa dell’impianto parmigiano.

Rivedi le immagini salienti della gara negli highlights del canale YouTube del GUINNESS PRO12.

Disamina completa di aspetti positivi e negativi in ottica del prossimo impegno da parte dell’head coach delle Zebre Andrea Cavinato :”Sapevamo che loro erano abili a sfruttare le palle vaganti, avevamo lavorato in settimana su come dare pressione ai loro ricevitori ma poi non l’abbiamo fatto subendo invece pressione e mete su loro calci d’invio. Lo 0-14 iniziale con la meta presa in superiorità significa che a livello mentale abbiamo sbagliato qualcosa: a questo livello ogni errore nostro subiamo punti mentre non riusciamo a sfruttare la stessa fattispecie a nostro favore”.

“Troppi errori e troppi palloni persi ci sono costati la gara nonostante l’avessimo rimessa in piedi due volte cadendo però poi in errori come il tenuto allo scadere del tempo quando dovevamo spostare il pallone velocemente. Dobbiamo lavorare su ciò che vogliamo fare perché venerdì ci aspetta un avversario che gioca ad alta intensità, molto maggiore del ritmo odierno. Lavoreremo nel poco tempo della settimana a disposizione su poche idee da realizzare in modo chiaro”.

Anche aspetti positivi sottolineati dall’head coach bianconero :”La mischia chiusa è andata assolutamente bene mentre rimango perplesso sulla gestione di alcuni drive avanzanti dove Cardiff era sempre bravo a rimanere al limite dell’indisciplina. Quando abbiamo provato a muovere lovale l’abbiamo fatto con qualità ma senza continuità. La preparazione fisica è stata ottima con buone risposte dalla squadra mentre abbiamo pagato un po’ la mancanza di preparazione sul ritmo di gara di questo GUINNESS PRO12”.

Il collega neozelandese Mark Hammett, alla guida tecnica dei Blues, plaude ad una gara piacevole ed ai 5 punti riportati nella capitale gallese :” E’ stata una bella partita dove si sono viste due squadre che volevano vincere ed hanno messe cuore e tutta la loro determinazione, soprattutto nel secondo tempo a dispetto del caldo che poteva incidere maggiormente. Un match apprezzabile: abbiamo fatto bene e sono contento del risultato contro un avversario che, soprattutto a livello fisico e in mischia chiusa, ci ha messo in difficoltà”.

Il capitano di giornata delle Zebre Quintin Geldenhuys analizza gli aspetti che non hanno permesso ai bianconeri di bissare il successo della scorsa stagione :”Oggi è stata una partita difficile. Sono contento della gara nel complesso ma non del risultato. In generale la difesa sul loro possesso è andata bene, ma abbiamo fatto troppi errori con la palla in mano subendo veloci contrattacchi. I nostri avanti sono stati molto bravi, la mischia molto positiva fondamentale in tutte le nostre mete”.

Già concentrato sulla prossima importante sfida Mirco Bergamasco, centro bianconero all’esordio nel torneo celtico quest’oggi :”Sono stato molto contento di essere subito in squadra, l’emozione è durata il tempo del riscaldamento. In campo ho cercato di essere d’aiuto ai miei compagni mettendomi a disposizione. Il pubblicooggi è stato fantastico, il primo ringraziamento va a loro. In campo abbiamo fatto troppi errori dando loro opportunità di segnare facili punti. Dobbiamo lavorare per arrivare con la giusta attenzione in campo venerdì prossimo. Dobbiamo prendere le cose buone fatte oggi in campo e mettersi da domani al lavoro sul piano di gioco di Ulster”.

Complimenti dalla carta stampata e dalle tv accreditate per Manoa Vosawai, l’azzurro approdato ai Blues in estate dal Benetton Treviso :”Affronto un anuova positiva esperienza che mi permette di vedere il rugby da un’altra prospettiva dopo tanti anni in Italia. Mi ha fatto piacere tornare a Parma dove ho cominciato col rugby professionistico con la Rugby Parma e dove ho molti amici. Il nostro obiettivo era quello di fare bene e cominciare il campionato in modo positivo. I Cardiff Blues vogliono conquistare nuovamente il rispetto all’interno del GUINNESS PRO12 ed oggi l’abbiamo fatto. Anche noi abbiamo commesso errori: torniamo in Galles contenti del risultato ma consci che dovremo ripartire da zero per prepararci alla delicata sfida ai Glasgow Warriors”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*